Ralph Ellison – The Black Ball

C’è il riferimento all’esistenza dell’oppressione razziale con la quale si devono fare I conti. Il protagonista è un giovane padre nero del sud – ovest. Ha un figlio di quattro anni, che si trova già a fare i conti con l’oppressione razziale. Infatti, i bambini bianchi lo chiamano nero e lui con la sua innocenza chiede al padre se è davvero nero, dal momento che la sua pelle è marrone. Il padre gli dice che è “brown”, perché lo vorrebbe proteggere dalla realtà razzista in cui vive. Il padre, che si chiama John, lavora come portiere in un palazzo; nel tempo libero, studia e bada anche al figlio a alla casa. Lavora per un bianco di nome Berry, che non lo guarda mai negli occhi e lo discrimina per il colore della sua pelle. John è consapevole che il suo posto di lavoro è precario, infatti, se un bianco ne avesse bisogno Berry glielo cederebbe immediatamente.

L’incontro fondamentale è quello con il sindacalista bianco, che ci fa pensare agli anni ’30. Questo uomo del sud è visto come colui che toglierà il lavoro a John. In realtà il bianco svela la sua vera identità.

Pagina 114) Il bianco si presenta come sindacalista e il protagonista diffida da lui perché crede che faccia tutto a favore dei bianchi, in realtà vuole aiutare i neri, per questo le sue mani sono state bruciate dai bianchi perché aveva aiutato un nero a sottrarsi da un linciaggio, però alla fine il nero è stato linciato.

Pagina 115) Alla fine dell’incontro i due si guardano direttamente, il nero è pronto a fidarsi del bianco. Quando torna a casa, John ripensa a questo bianco, che gli ha anche lasciato un biglietto da visita. Intanto, il figlio gli chiede se può andare a giocare a palla, John lo lascia andare e poi si addormenta. Quando si risveglia non trova più il figlio e comincia a preoccuparsi. Alla fine lo trova in lacrime nel cortile nei pressi del quale si trova l’ufficio di Berry, il suo capo. Il bambino sta piangendo perché un bianco ha lanciato la sua palla contro la finestra di Berry. Questi si affaccia e dice di tenere lontano il figlio dal suo ufficio, gli dice anche di riordinare il suo ufficio, altrimenti lo avrebbe licenziato. Qui c’è una metafora: Berry dice a John che avrebbe dovuto rimuovere la palla, che anche se è bianca viene vista come se fosse nera, poiché è in possesso di un nero.

One Comment to “Ralph Ellison – The Black Ball”

  1. I couldn’t understand italian but it surely seemed to be brilliant.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.